Giovanna Cusenza – Giornalista Free Lance International Press

8 gennaio, 2007

CURA DELL’UVA E VINOTERAPIA

Filed under: Uncategorized — elimonews @ 3:49 pm

La cura dell’uva o l’ampeloterapia, dal greco “ampelos”, vite, metodo di cura noto sin dall’antichità, è tornato in auge: l’uva, per le sue proprietà disinfettanti, disintossicanti e depurative è un alimento sano e naturale, adatto a chiunque voglia approfittare dell’autunno per disintossicarsi e depurarsi. Particolarmente ricca di zuccheri facilmente assimilabili, il frutto contiene molte vitamine, acidi organici, sali minerali, ed altri elementi che agiscono da ricostituente del sistema nervoso, proteggono la pelle ed i capelli, aiutano i processi digestivi ed il transito intestinale. 

La cura dell’uva consiste nell’alimentarsi principalmente di chicchi d’uva bianca o nera, raccolti freschi ogni giorno, ben lavati e ben masticati ad uno ad uno perché è proprio sotto la buccia che le vitamine e i sali minerali sono concentrati. Può essere consumata anche sotto forma di succo di uva fresco ed è prevista una quantità di assunzione giornaliera che aumenta gradualmente fino a raggiungere i 3 Kg. al giorno nel giro di una settimana, da prendere, suddivisi tra la mattina e la sera, prima dei pasti. Alla fine, dato che l’uva ha un alto potere saziante, è consigliata una breve passeggiata.

Questo frutto utilizzato come farmaco biologico, può presentare, come tutti i veri farmaci, delle controindicazioni. Perciò, se si vuole iniziare una cura dell’uva prolungata bisogna consigliarsi col proprio medico per valutarne la prescrizione. Nei casi in cui si soffre di patologie come il diabete, la colite e l’ulcera gastrica, caratterizzata da aumento delle secrezioni acide, la cura è sconsigliata, dato che si tratta di una terapia  molto energica e risolutiva. Lo scopo della cura è quello di “pulire”, depurare l’intestino e il fegato, grazie alle proprietà diuretiche e lassative del frutto, e può risultare una sana abitudine per affrontare la stagione invernale in buona salute.

In alcune zone dell’Italia del Nord esistono strutture che, nel periodo della vendemmia, danno ai loro ospiti la  possibilità di provare la nota “cura dell’uva”, mettendo a disposizione durante i pasti principali da loro offerti, dell’uva appena raccolta o del succo d’uva fresco.

L’uva non è buona solo per il palato, ma è anche utilizzata per la pelle del viso e del corpo, come terapia di bellezza, ingrediente principale di creme, oli, maschere. Secondo le ultime scoperte, i preziosi componenti, i polifenoli, racchiusi in ogni chicco del frutto con le loro proprietà antiossidanti sono in grado di prevenire e combattere gli inestetismi della pelle, causati dall’ossidazione. Ecco il perché del suo utilizzo in terapie antietà. Questa è la “vinoterapia”, ultima scoperta dell’estetica, una vera e propria rivoluzione: una serie di trattamenti e immersioni nel vino che ringiovaniscono, aiutano a rilassare e a idratare la pelle. La vinoterapia nasce in Francia, dove, una donna, figlia di proprietari di prestigiosi vigneti ebbe l’intuizione di utilizzare in chiave enologica i principi della balneoterapia e della talassoterapia. Costruisce, così, centri di benessere e bellezza immersi nel verde dei vigneti, nei quali si sfruttano le virtù dei bagni termali, con sorgenti naturali di acque calde, unendole alle doti riconosciute del vino. In questi luoghi si effettuano: massaggi di vino caldo ed estratti di vinaccioli d’uva micronizzati, massaggi con olio di vinaccioli, impacchi, maschere e peeling per il viso. Uno dei trattamenti che va per la maggiore, è il “bagno nel barile di vino”, l’immersione in una vasca piena di bollicine, acqua calda ricca di ferro, estratti di chicchi d’uva, mosto ed oli biologici. L’efficacia  di tali trattamenti ha portato  alla vinoterapia numerosi seguaci, primi fra tutti, Vip e bellezze ricche e famose, pazze per la novità.

Anche nella nostra Italia, sono sorti,  in ambienti già coltivati a vigneti, centri di estetica dove, per chi vuole rigenerare il corpo e la mente in allegria, il vino la fa da padrone.

Annunci

1 commento »

  1. Lo scorso anno ho fatto un trattamento di vinoterapia in uno di questi centro. In pratica mi hanno fatto uno scrub con i raspi e i semi di uva tritati e un idromassaggio di venti minuti immersa nel vino rosso… non so se faccia veramente effetto ma è comunque un’esperienza fantastica che consiglio a tutti (astemi esclusi)!!!

    Commento di beautycase — 29 aprile, 2008 @ 8:55 pm | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: