Giovanna Cusenza – Giornalista Free Lance International Press

25 marzo, 2007

Ficarra e Picone

Filed under: palermo,sicilia,Uncategorized — elimonews @ 6:00 am

ficarraSalvatore Ficarra e Valentino Picone nascono entrambi a Palermo: il 23 marzo del 1971 il primo, il 27 maggio dello stesso anno il secondo. Si incontrano in un villaggio vacanze. Nasce il loro sodalizio artistico, e il duo inizia ad esibirsi in diversi locali di cabaret siciliani. Poi hanno il coraggio di esportare la loro sicilianità in tutta Italia, riscuotendo un notevole successo in vari teatri e aggiudicandosi molti premi per cabarettisti. Finalmente si aprono per loro le luci della ribalta con la partecipazione a “Zelig” nella quale esordiscono con l’interpretazione dei due siciliani “nati stanchi” che seduti, chiacchierano svogliatamente affrontando problemi familiari e dell’Italia intera e con le gag dei panchinari dell’Inter. Infine, l’occasione della loro vita: il cinema! E’ il 2001, Rai Cinema li scrittura e girano il loro primo film “Nati stanchi”.

I protagonisti sono due giovani disoccupati che calcano lo stereotipo del siciliano svogliato e raccontano un mondo iperrealista dipinto a pennellate lente e minuziose: la Sicilia, un bar, un parco, la tipica piazza di paese, un treno, fidanzamenti lunghi come certi pomeriggi di sole. Figli raccomandati per non vincere concorsi… Si narra una follia astrattista, colpi di colore improvvisi, invenzioni picassiane che stravolgono il reale per farlo capire meglio.

Dopo la breve parentesi cinematografica, la coppia si dedica al teatro con spettacoli quali: “Vuoti a perdere”(1999 – 2002), in cui i due artisti affrontano il problema del “vuoto” come malessere che contraddistingue i nostri anni, vuoto nell’anima, nei sentimenti, nei progetti, talmente vuoto da sublimarsi e divenire surreale; “Diciamoci la verità”(2003 – 2004), nel quale portano in palcoscenico personaggi che attingono dal loro serbatoio comico mostrando, anche in questo spettacolo, una Sicilia vissuta a metà strada tra il reale e il paradosso, dalla quale balzano fuori personaggi di tutti i giorni, con le loro espressioni, le loro manie, le loro situazioni insensate;

“Son cose che capitano”(2005), ultimo lavoro teatrale della coppia, divertente e pungente come loro. Al centro dello spettacolo ci sono l’uomo e le fasi della sua vita: l’amore perso o da riconquistare, l’amore che ci fa soffrire e quello di cui non ci accorgiamo, la morte di un parente che diventa spettacolarizzazione, la nascita di un figlio, i progetti, l’ansia, le prospettive, la vita che cambia. Tra dialoghi serrati e un alto livello di comicità (si ride veramente tanto), i due comici diventano, per un momento, artisti impegnati che fanno riflettere su come le “cose che capitano” servano a qualcosa e vanno oltre scoprendo che c’è un altro tipo di amore, di morte e di rinascita. Glielo insegna un misterioso parente, lo zio Pino, ovvero Don Pino Puglisi, un uomo che tanto si prodigò nel combattere la mafia divenendo uno degli emblemi della nostra società. Il recital ha un ritmo sempre alto, le battute che si susseguono incessanti come le gags esilaranti mantengono viva, per due ore di fila, l’attenzione. Per chi ha avuto la fortuna di assistere a questo spettacolo per due sere consecutive, ha scoperto il loro punto di forza: l’improvvisazione. Ammalia il loro continuo giocare, con battute non previste che spiazzano loro stessi in una gara a chi fa divertire di più.

Il 6 marzo 2007 al cinema, il loro secondo film “Il 7 e l’8”: una commedia degli equivoci leggera e scanzonata, ambientata a Palermo e da loro diretta, sceneggiata e interpretata. Basata sulla commedia degli anni sessanta – settanta, la trama racconta la storia di due neonati scambiati in culla per via dei loro numeri, che si ritrovano da grandi scoprendo di aver vissuto l’uno la vita dell’altro. A seguire drammi, scenate, litigi, crisi sentimentali e pasticci a volontà! I due comici siciliani tornano sullo schermo dopo aver abbandonato lo stereotipo dei disoccupati siciliani svogliati, ispirandosi a “C’era una volta in America” di Sergio Leone, in particolare la scena dello scambio di bambini nelle culle. Riconfermano la loro sicilianità anche nella scelta del cast che vede un’ampia partecipazione di attori isolani.

Non c’è dubbio che analizzando la comicità e il modo di far teatro, forme d’arte da loro frequentate, Ficarra ben rappresenta, per la fissità del suo sguardo, la maschera greca mentre Picone, per le movenze e la gestualità, è un vero comico romano. Il legame con il teatro dell’antichità è dunque forte, anche se cambiano le società e i contesti in cui si fa spettacolo. La comicità del duo insiste sul tema della realtà, ai fatti che il quotidiano ci costringe ad affrontare e che, se sapientemente messi in scena, fanno nascere il sorriso.

I personaggi famosi di Sicilia su www.ilveliero-web.com

Annunci

3 commenti »

  1. This paragraph offers clear idea in favor of the new people of blogging, that genuinely how to do blogging and site-building.

    Commento di zdjęcia weselne — 11 agosto, 2013 @ 1:17 pm | Rispondi

  2. Hello there! Do you know if they make any plugins to
    protect against hackers? I’m kinda paranoid about losing everything I’ve
    worked hard on. Any suggestions?

    Commento di seo — 17 aprile, 2014 @ 3:54 pm | Rispondi

  3. I used to be recommended this website by way of my cousin.
    I am not sure whether or not this submit is written by way of him as nobody else know such
    unique approximately my problem. You are incredible! Thanks!

    Commento di symfonip.com — 14 maggio, 2014 @ 10:43 pm | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: